Check-Up piedi e postura

Il check-up di piedi e postura (con esame baropodometrico) è un esame diagnostico oggettivo, non invasivo e complementare agli altri esami (radiografia, ecografia, TAC, risonanza magnetica, ecc.).

È di grande aiuto al medico, per la scelta del percorso terapeutico più adatto, e agli operatori sanitari (Fisioterapisti, Osteopatici, Chiropratici, ISEF, Podologi) per migliorare il lavoro sinergico.

Ha la durata di 30 minuti circa ed è effettuato da un nostro specialista.

IN COSA CONSISTE IL CHECK-UP PIEDI E POSTURA?

  1. Analisi del cammino, esame baropodometrico computerizzato in statica e dinamica che permette la valutazione dei carichi podalici in kilopascal, la distribuzione del peso corporeo, la morfologia dei piedi in 3D e in movimento, l’ergonomia del corpo in movimento, le supinazioni e le pronazioni, la stabilometria che valuta la stabilità e l’equilibrio.
  2. Valutazione obiettiva dei piedi, degli arti inferiori e della colonna vertebrale tramite la palpazione di articolazioni, tendini e legamenti; osservazione della funzionalità articolare e delle ipercheratosi.
  3. Indagini e test posturali.
  4. Valutazioni, consigli e indicazioni su scarpe e plantari, già in uso o nuovi.
  5. Consulenza in modo da rendere il paziente più consapevole e informato della gestione del sistema di piedi, arti inferiori e postura.
  6. Relazione scritta e con immagini della visita inviata via e-mail.

Esame baropodometrico o Analisi del cammino

 

PERCHÉ FARLO?

Per avere specialisti nel settore che vi permettano finalmente di chiarire dubbi, avere risposte e farvi orientare, insieme al medico, verso il percorso terapeutico più adatto.

Per una valutazione globale del corpo nello spazio che permetta di trovare soluzioni veramente sinergiche insieme a fisioterapisti, osteopati, chiropratici, istruttori ISEF e podologi.

Per ricevere consigli su tutori, ausili, scarpe e piccoli rimedi.

Perché se soffrite di mal di piedi o mal di schiena è ora di farlo!

QUANDO FARLO?

Se soffrite di problematiche a piedi e arti inferiori, come:
alluce valgo, dita a griffe, alluce rigido, sesamoiditi, metatarsalgie, fasciti, tendiniti, spine calcaneari, neuroma di Morton, talloniti, morbo di Haglund.
Formicolii, parestesie, ipersensibilità, piedi e gambe gonfie, supinazioni o pronazioni, piedi piatti o ipercavi, ginocchia vare o valghe, con gonartrosi o infiammazione del tendine rotuleo, strabismo rotuleo, esiti post-operatori di piede, caviglia, ginocchio, anca e colonna vertebrale, incidenti o infortuni. Insufficienza venosa e linfatica, teleangectasie, distorsioni o lussazioni, dismetrie, rotazioni del bacino, anteriorizzazioni o posteriorizzazioni, mal di schiena, lombalgie, sciatiche, scivolamenti vertebrali, rettilineizzazioni, cifosi, lordosi, scoliosi.

COSA DEFINISCE IL CHECK-UP DI PIEDI E POSTURA?

Chiarisce oggettivamente:
Le problematiche morfologiche e di iper-carico dei piedi.
Le supinazioni e le pronazioni in statica e durante la deambulazione.
La stabilità e l’equilibrio.
Le fasi del passo.
Le ripartizioni del peso e delle forze.
Le anteriorizzazioni e le posteriorizzazioni.
Le dismetrie e le laterizzazioni.
L’ergonomia della camminata.
La postura.
La lassità dei legamenti.
Le rotazioni del bacino.
Le infiammazioni ascendenti e discendenti.
Le cifosi e le lordosi.

DA QUALE ETÀ SI PUÒ ESEGUIRE?

Dai 5 anni in avanti

A CHI È CONSIGLIABILE L’ESAME?

A chi fa sport.
A chi lavora in piedi.
A chi usa scarpe infortunistiche.
A chi ha subito un infortunio, una forte lussazione o distorsione.
A chi soffre di gonfiore e pesantezza alle gambe.
A chi ha subito operazioni agli arti inferiori, al bacino o alla colonna vertebrale.
A chi soffre di insufficienza venosa e linfatica.
A chi ha disturbi come ipersensibilità, formicolii o parestesie.
A chi ha dolore ai piedi e alla schiena.
A chi vuole chiarimenti, spiegazioni, consigli e soluzioni.

IN CHE MODO PUÒ AIUTARE IL CHECK-UP DI PIEDI E POSTURA?

Aiutando il medico a orientarsi verso il percorso terapeutico più adatto.
Rispondendo a dubbi e domande. Spiegandoti e rendendoti più consapevole di piedi, arti inferiori, colonna vertebrale e sistema posturale nel suo complesso. È propedeutico e fondamentale per l’acquisizione di un’impronta esatta e precisa dei piedi in 3D durante la camminata, che permetta, in caso di necessità, la corretta progettazione di plantari fisiologici, dinamici e ortopedici su misura. Si tratta dell’anello mancante tra la prescrizione medica della patologia del paziente e la realizzazione dell’ortesi.