mail: info@fisiopodos.it

                                              
  Cellulare e WhatsApp : +39 393.9130912

Valutazione podologica e posturale

La valutazione podologica e posturale (con esame baropodometrico) è un esame diagnostico oggettivo e non invasivo. Pertanto, risulta complementare agli altri esami (radiografia, ecografia, TAC, risonanza magnetica, ecc.).

In primo luogo, è di grande aiuto al medico per la scelta del percorso terapeutico più adatto. Inoltre, è un ottimo strumento per migliorare il lavoro sinergico con gli operatori sanitari (fisioterapisti, osteopati, chiropratici, ISEF, podologi).

Ha la durata di 30 minuti circa ed è effettuata da un nostro specialista (t. ort. con regolare iscrizione all’Albo). Il costo è di 120€.

In cosa consiste la valutazione?

  1. Analisi del cammino con esame baropodometrico computerizzato in statica e dinamica. Permette di valutare i carichi podalici in kilopascal, la distribuzione del peso corporeo, la morfologia dei piedi in 3D e in movimento, l’ergonomia del corpo, le supinazioni e le pronazioni. Contemporaneamente, la stabilometria valuta la stabilità e l’equilibrio.
  2. Valutazione obiettiva dei piedi, degli arti inferiori e della colonna vertebrale. Viene effettuata tramite la palpazione di articolazioni, tendini e legamenti. Inoltre, si osservano la funzionalità articolare e le ipercheratosi.
  3. Indagini e test posturali, kinesiologici e di forza.
  4. Valutazioni, consigli e indicazioni su scarpe e plantari, già in uso o nuovi.
  5. Consulenza in modo da rendere l’assistito più consapevole e informato, con l’obiettivo della gestione del sistema di piedi, arti inferiori e postura.
  6. Relazione scritta e con immagini, inviata via e-mail.
Esame baropodometrico o Analisi del cammino

Perché farlo?

  • Incontrare specialisti nel settore che permettano finalmente di chiarire dubbi, avere risposte e orientarvi, insieme al medico, verso il percorso terapeutico più adatto.
  • Ottenere una valutazione globale del corpo nello spazio, in cerca di soluzioni veramente sinergiche insieme a fisioterapisti, osteopati e altri operatori.
  • Ricevere consigli su tutori, ausili, scarpe e piccoli rimedi.

Quando farlo?

Se si soffre di mal di schiena o problematiche a piedi e arti inferiori.
Per esempio:

Cosa definisce questo esame?

La valutazione podologica e posturale chiarisce oggettivamente:

  • le problematiche morfologiche e di iper-carico dei piedi
  • le supinazioni e le pronazioni in statica e durante la deambulazione
  • la stabilità e l’equilibrio
  • le fasi del passo
  • la postura
  • le infiammazioni ascendenti e discendenti
  • le cifosi e le lordosi
  • le rotazioni del bacino
  • le ripartizioni del peso e delle forze
  • le anteriorizzazioni e le posteriorizzazioni
  • le dismetrie e le lateralizzazioni
  • l’ergonomia della camminata
  • la lassità dei legamenti

Da quale età si può eseguire?

In caso di necessità, l’esame si può effettuare dai 3 anni in avanti. Tuttavia, i risultati migliori si ottengono a partire dai 5/6 anni: infatti, è a quest’età che i bambini sviluppano una vita sociale più completa e, in aggiunta, praticano spesso anche attività sportiva.

A chi è consigliabile l’esame?

Chiunque può trarre beneficio da una valutazione globale e non invasiva del proprio sistema posturale, ma soprattutto coloro che rientrano nelle seguenti caratteristiche:

  • Ha dolori a piedi e schiena
  • Lavora in piedi o usa scarpe antinfortunistiche
  • Fa sport
  • Soffre di gonfiore e pesantezza alle gambe
  • Presenta insufficienza venosa e linfatica
  • Ha subito un infortunio, una forte lussazione o distorsione
  • È stato operato a gambe, bacino o colonna vertebrale
  • Vuole chiarimenti, spiegazioni, consigli e soluzioni

In che modo aiuta questo esame?

La valutazione podologica e posturale è utile al medico per orientarsi verso il percorso terapeutico più adatto. Inoltre, è utile al paziente perché risponde ai suoi dubbi e domande: infatti, le spiegazioni dello specialista rendono più consapevoli e informati su piedi, arti inferiori, colonna vertebrale e sul sistema posturale nel suo complesso.

Infine, l’esame è propedeutico e fondamentale per l’acquisizione di un’impronta esatta e precisa dei piedi in 3D durante la camminata; questo permette, in caso di necessità, la corretta progettazione di plantari fisiologici, dinamici e ortopedici su misura.

In conclusione, si tratta dell’anello mancante tra la prescrizione medica della patologia del paziente e la realizzazione dell’ortesi.

Utilizziamo cookie anche di terze parti per migliorare navigazione e prestazioni. Continuare la navigazione senza accettare equivale a un rifiuto. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi