mail: info@fisiopodos.it

                   
  Cellulare e WhatsApp : +39 393.9130912

Quali patologie traggono beneficio dai plantari su misura?

Le patologie più diffuse che traggono beneficio dai plantari su misura

Quattro sono le patologie maggiormente diffuse che traggono beneficio dai plantari su misura: metatarsalgia, alluce valgo, neuroma di Morton e fascite plantare.

METATARSALGIA

La metatarsalgia consiste nella presenza di dolore in corrispondenza delle teste metatarsali, le ossa che si trovano subito al di sotto delle dita.

Questo dolore compare se, durante la deambulazione, a causa di problemi posturali o vizi di appoggio, il carico non viene distribuito su tutte le teste metatarsali in modo uniforme, ma si concentra su quelle del II e III dito.

ALLUCE VALGO

Quando si è affetti da alluce valgo, il dito si deforma e, non appoggiando in modo corretto, favorisce la concentrazione del carico sulle teste metatarsali del II e III dito. Inoltre, spesso causa l’insorgenza delle dita a martello, altro disturbo molto doloroso.

NEUROMA DI MORTON

Il Neuroma di Morton consiste nell’ispessimento di un nervo situato alla base delle dita, conseguenza di un appoggio errato, ed è caratterizzato da un dolore acuto e violento che si irradia dalla pianta del piede alle dita e rende la deambulazione davvero difficoltosa.

FASCITE PLANTARE

Nella fascite plantare, il dolore è concentrato nella pianta delle piede, vicino al tallone. È un’infiammazione che tende a diventare cronica, se non si corregge il difetto di appoggio che la causa, e che può essere complicata da un’irregolarità ossea, la spina (o sperone) calcaneare.


 

Per queste patologie è consigliabile, quando possibile, ricorrere a una cura di tipo conservativo piuttosto che chirurgico.
In molti casi si trae gran beneficio dai plantari su misura, che possono rappresentare un’ottima soluzione.

Le ortesi plantari devono essere realizzate appositamente tenendo conto delle esigenze, caratteristiche fisiche, attività lavorative e/o sportive e calzature specifiche del paziente.

Per questo motivo, un esame accurato ma non invasivo a cui sottoporsi in presenza dei sintomi sopracitati è l’esame baropodometrico, necessario per formulare una corretta diagnosi, per individuare le cause scatenanti e anche per progettare i plantari.

Inoltre, è frequente associare alla terapia ortesica quella fisioterapica, in particolare tecniche di nuove generazione quali la terapia Tecar o quella a onde d’urto.

A cura dello staff Fisiopodos
Il materiale pubblicato ha lo scopo di avere un rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri sono soliti dispensare.
Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo cookie anche di terze parti per migliorare navigazione e prestazioni. Continuare la navigazione senza accettare equivale a un rifiuto. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi