mail: info@fisiopodos.it


  Cellulare e WhatsApp : +39 393.9130912

Tutti gli articoli su: Postura

Problemi posturali: scoliosi, cifosi, lordosi

I problemi posturali più diffusi e la loro cura

Curvature della colonna vertebrale

La tipica forma a S della colonna vertebrale, formata dalle quattro curvature fisiologiche

I problemi posturali interessano principalmente la colonna vertebrale, che può essere suddivisa in 4 segmenti. Visti lateralmente, ognuno di essi corrisponde a una curva fisiologica (ossia “normale”), che fornisce alla colonna vertebrale la caratteristica forma a S e permette di distribuire uniformemente il peso su tutto il rachide e non solo sulla base.

Queste curvature sono, alternatamente, concave e convesse, e vengono denominate lordosi e cifosi:

  • collo: lordosi cervicale
  • torace: cifosi dorsale
  • addome: lordosi lombare
  • pelvi: cifosi sacrale

Quando queste curvature presentano alterazioni anomale, parliamo di ipolordosi e ipocifosi (se la curvatura è inferiore al range normale) o iperlordosi e ipercifosi (superiore al range normale).

QUALI SONO I SINTOMI?

Questi disturbi, se lievi, possono non presentare sintomi specifici ma causare anche soltanto un leggero mal di schiena nella zona interessata. I casi più gravi, invece, sono evidenti e possono essere accompagnati da sintomi come acuti dolori vertebrali e alla schiena, perdita di equilibrio e capogiri.

QUALI SONO LE CAUSE?

Le cause possono essere varie:

  • cause ereditarie: poca flessibilità nei muscoli della parte bassa della schiena o delle anche, debolezza dei tendini (specialmente quelli rotulei)
  • cause acquisite: postura scorretta, traumi, eccessivo grasso addominale, gravidanza.

QUALI RIMEDI SI POSSONO ADOTTARE?

Una valutazione podologica e posturale è in grado di rilevare la presenza dei fattori ereditari che favoriscono l’insorgere del disturbo e anche la tendenza a una postura scorretta.

Ci si può sottoporre alla visita sia per prevenzione (altamente consigliabile, considerando che questi problemi posturali sono più facili da correggere se scoperti presto), sia per cercare rimedio a un disturbo già in corso; in ogni caso, lo specialista saprà consigliare la terapia più opportuna, molto probabilmente ricorrendo a una collaborazione multidisciplinare con fisioterapisti e osteopati.

Infatti, i rimedi consistono nelle varie tecniche di rieducazione posturale: sedute di ginnastica posturale e di rinforzo muscolare, allenamento alla postura corretta, consulenza specialistica utile alla scelta dell’attività sportiva adatta, specie nei più giovani.

SCOLIOSI

Tra i più noti problemi posturali troviamo anche la scoliosi: anch’essa presenta un’alterazione della fisiologia della colonna vertebrale, ma in senso laterale.

CAUSE

Le cause possono essere molteplici, dalle malformazioni genetiche alle dismetrie degli arti, ma nell’80% dei casi la scoliosi si definisce “idiopatica”, ossia causata da fattori sconosciuti.
Anche i sintomi sono vari e chi ne è affetto non li presenta necessariamente tutti:

  • spalle ad altezza differente
  • inclinazione del corpo verso un lato
  • testa in posizione non centrale
  • irregolarità nelle costole, nei fianchi e persino nella cute che ricopre la colonna vertebrale

PREVENZIONE E RIMEDI

La scoliosi colpisce circa il 3% dei bambini in età evolutiva: questo dato e l’elevata trattabilità della patologia agli stadi iniziali rendono la prevenzione l’arma vincente; infatti, se nei casi più lievi la correzione è effettuata con esercizi correttivi di ginnastica mirata ed, eventualmente, ausili ortopedici, nei casi più gravi l’unica soluzione è quella chirurgica.

A cura dello staff Fisiopodos
Il materiale pubblicato ha lo scopo di avere un rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri sono soliti dispensare. Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti.

Leggi tutto
Mal di schiena? Consigli per una buona postura in ufficio

Mal di schiena: una buona postura in ufficio in 4 mosse

Come combattere il mal di schiena e mantenere una corretta postura in ufficio

L’assenza di una corretta postura in ufficio e nella vita di tutti i giorni causa dolori a schiena, collo e spalle, e può avere anche conseguenze più gravi come problemi articolari, mal di testa e nausea.

L’uso della tecnologia e il lavoro d’ufficio davanti al computer spesso ci portano a mettere in atto movimenti e posizioni scorrette, senza renderci conto della loro pericolosità.

Ecco qualche consiglio pratico per garantire il miglioramento della nostra postura e aiutarci a combattere il mal di schiena:

  1. Sottoporsi a un check-up di piedi e postura: con una valutazione podologica e posturale completa, lo specialista saprà rilevare eventuali problemi posturali e spiegarci come correggerli. Potrà, inoltre, consigliarci, se necessario, trattamenti fisioterapici o osteopatici mirati, e anche farci comprendere quale sia la postura corretta e come allenarci a mantenerla.
  2. Alzarsi regolarmente durante la giornata lavorativa: una breve pausa è necessaria non solo per gli occhi, ma per tutto il corpo, se accompagnata da una breve camminata o un po’ di stretching.
  3. Effettuare esercizi di stretching e rinforzo muscolare per schiena e spalle, utili a mantenere la postura corretta.
  4. Utilizzare la tecnologia nel modo corretto: scrivere i messaggi tenendo il cellulare all’altezza degli occhi e regolare la sedia in ufficio in modo che il monitor del computer sia a livello degli occhi, i nostri piedi tocchino terra e i gomiti siano alla stessa altezza della tastiera.

L’ultimo consiglio è riservato alle donne: attenzione ai tacchi! Se proprio non potete farne a meno, non esagerate con le altezze e scegliete calzature con un’ampia base di appoggio.

A cura dello staff Fisiopodos
Il materiale pubblicato ha lo scopo di avere un rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri sono soliti dispensare. Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti.

Leggi tutto
I vantaggi di adottare una giusta postura

I 7 vantaggi di adottare una giusta postura

Adottare una giusta postura è di vitale importanza per un giusto equilibrio.
Infatti, porta al miglioramento delle reazioni posturali automatiche:

  • Reazioni di raddrizzamento
  • Reazioni di equilibrio
  • Reazioni degli arti inferiori
  • Reazioni podaliche

Ha, inoltre, 5 grandi vantaggi:

  1. Favorisce la circolazione venosa e linfatica; una postura corretta permette l’ottimizzazione della funzionalità dei vasi sanguigni e linfatici, migliorando il flusso dei liquidi presenti nell’organismo
  2. Aumenta la capacità respiratoria con più apertura e profondità: le capacità polmonari portano più ossigeno al sangue e al cervello, col miglioramento della funzionalità del cuore
  3. Previene le malattie; riduce l’incidenza di diverse malattie che il corpo cerca di compensare assumendo posizioni antalgiche che, col tempo, compromettono altre parti del corpo attraverso la postura sbagliata
  4. Equilibra l’organismo; permette l’integrazione tra psiche, corpo e ambiente, migliorando la funzionalità dell’intero organismo
  5. Diminuisce le cervicalgie e i mal di testa (cefalee), dato che una postura scorretta (dovuta a vizi o traumi) porta a un irrigidimento del collo, soprattutto dello sternocleidomastoideo e delle spalle.
  6. Riduzioni del rischio di infortunio, miglioramento delle prestazioni (anche non agonistiche) e del recupero muscolare e articolare. Per lo sportivo, la giusta postura in movimento è un’assoluta priorità.
  7. L’aspetto psicologico non è da sottovalutare; infatti, una corretta postura permette una visione più ampia e ottimistica della vita, la piena consapevolezza di sé e relazioni più proficue grazie al suo altissimo valore comunicativo. Ma, soprattutto, permette la produzione di endorfine e serotonina che migliorano il buonumore, le emozioni e l’eccitazione.

Inoltre, sono ormai evidenti e vicendevoli le relazioni tra la postura e l’apparato stomatognatico, un complesso anatomo-funzionale costituito da organi e tessuti, i quali svolgono funzioni digestive (salivazione, masticazione, deglutizione), respiratorie e di relazione (fonazione, mimica).

Per stabilire quale abbia prevalenza sull’altra, è fondamentale eseguire un check-up di piedi e postura o effettuare una visita gnatologica per valutare eventuali malocclusioni.

Sarà, quindi, determinante la prevenzione sulla persona (sia durante l’età evolutiva che nell’età adulta) per non far cronicizzare atteggiamenti posturali errati, per correggere appoggi podalici scorretti o problematiche all’apparato stomatognatico.

Il check-up di piedi e postura, con indagini periodiche, è di grande aiuto al medico e all’operatore sanitario. Ne trae beneficio soprattutto il paziente, che, grazie a un esame non invasivo, potrà chiarire dubbi, stabilire la causa prevalente (ascendente o discendente), avere una valutazione podologica e posturale completa e trovare il percorso terapeutico più adatto e il trattamento o l’ausilio più giusto.

 

A cura dello staff Fisiopodos
Il materiale pubblicato ha lo scopo di avere un rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri sono soliti dispensare.
Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti.

Leggi tutto
La postura corretta da seduti, dormendo e durante la camminata

La postura corretta: camminare, dormire e sedersi

La postura è l’efficienza del corpo a mantenere la posizione corretta e funzionale in stato dinamico e statico. I muscoli della parte superiore del corpo, soprattutto quelli addominali e paravertebrali, sono fondamentali per sostenere il tronco e le curve cifotiche e lordotiche fisiologiche.

Corretta postura nel dormire

Dato che passiamo circa un quarto della nostra vita a letto, è importante la qualità del riposo. Dobbiamo scegliere materassi realizzati in materiali viscoelastici con memoria, che assecondino le naturali curve cifotiche e lordotiche del corpo.

È meglio dormire supini, con un cuscino non troppo alto e che sia anatomico, cioè che sostenga il tratto cervicale.

Corretta postura seduti

Dobbiamo cercare di utilizzare sedute ergonomiche oppure sederci quasi sul bordo della sedia, cercando di avere la scrivania o il tavolo all’altezza giusta tra l’ombelico e lo sterno.

Se si svolge un lavoro d’ufficio, ci sono diversi accorgimenti che si possono seguire per mantenere il più possibile una postura corretta.

Corretta postura durante la camminata

Le spalle devono essere dritte e aperte ma rilassate, il busto eretto, glutei e addome contratti.


 

Il piede è il fulcro del nostro organismo, sia quando camminiamo che quando stiamo fermi in piedi. È l’organo ricettivo più vicino alla terra; da essa trae energia e forza e, attraverso le fibre nervose afferenti, comunica col sistema nervoso centrale.

Presiede alla stabilità e all’equilibrio, alla propulsione e al movimento, all’adattamento ai diversi terreni e alla coordinazione posturale. I terreni piani, finti e rigidi, contribuiscono o sono causa di importanti alterazioni posturali, creando un’iperlordosi lombare.

Questa tipologia di terreni rimanda pochissimi messaggi di ritorno, sia nel tempo che nello spazio, al piede; nelle società cosiddette civilizzate, ha portato a una postura viziata e a un appoggio podalico scorretto, sia in fase statica che durante il cammino.

È, quindi, fondamentale riequilibrare e riposizionare il corpo nello spazio, a partire dal giusto appoggio dei piedi, correggendo le eventuali morfologie sbagliate (piede piatto o ipercavo), alleviando il mal di piedi e le sue patologie (metatarsalgia, neuroma di Morton, fascite, tallonite, tendinite), le supinazioni e le pronazioni eccessive, le malattie reumatiche, artrosiche e diabetiche che, insieme alla gonartrosi, al varo/valgo del ginocchio e alle dismetrie, concorrono a far assumere al corpo posizioni antalgiche al dolore condizionando il movimento, l’attività motoria e il giusto passo.

Fisiopodos, attraverso un check-up di piedi e postura, potrà aiutarvi a cercare la causa bio-meccanica e a trovare, insieme allo specialista, il percorso terapeutico olistico più adatto.

Qualora le problematiche fossero di origine podalica, Fisiopodos potrà realizzare per voi plantari su misura con tecnica di rilevazione in 3D, in materiali di ultima generazione e di qualsiasi spessore.

A cura dello staff Fisiopodos
Il materiale pubblicato ha lo scopo di avere un rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri sono soliti dispensare.
Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti.

Leggi tutto

Utilizziamo cookie anche di terze parti per migliorare navigazione e prestazioni. Continuare la navigazione senza accettare equivale a un rifiuto. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi