mail: info@fisiopodos.it

                   
  Cellulare e WhatsApp : +39 393.9130912

Alluce valgo senza intervento: come gestire la patologia

Gestire l’alluce valgo senza intervento

Questa patologia del piede è diffusa e dolorosa: ne abbiamo già trattato sintomi, cause e prevenzione.

Ma è possibile curare l’alluce valgo senza intervento?

Bisogna innanzitutto chiarire una cosa importantissima: la cura, intesa come correzione più o meno completa della patologia, non è possibile senza intervento.

È possibile, invece, gestire la patologia con soluzioni non chirurgiche valide. È consigliabile ricorrervi in casi di lieve entità o all’insorgenza dei sintomi: per questo la prevenzione è di fondamentale importanza.

Soluzioni non chirurgiche

Agli stadi iniziali della patologia, si può ricorrere a terapie conservative, utili a fermare o almeno a rallentare notevolmente la progressione della patologia e a gestirne i sintomi (principalmente il dolore):

  • impacchi di ghiaccio applicati più volte al giorno per alleviare il dolore e l’infiammazione
  • plantari su misura, indossati con costanza (realizzati in base alle proprie esigenze specifiche dopo essersi sottoposti a una valutazione podologica e posturale)
  • terapia farmacologica con antinfiammatori e antidolorifici per via orale
  • riposo
  • infiltrazioni di cortisone o acido ialuronico
  • esercizi di ginnastica mirata consigliati dal fisioterapista
  • fisioterapia e terapie fisiche quali onde d’urto, ultrasuoni o laserterapia
  • utilizzo di tutori: divaricatori in silicone (sia diurni che notturni) per tenere l’alluce separato dalle altre dita, guaine elastiche con cuscinetti in silicone per proteggere esostosi e borsite, tutori articolati dinamici
  • utilizzo di calzature adeguate consigliate da uno specialista (specialmente per alloggiarvi i plantari), che riprendano la forma del piede, forniscano il giusto sostegno e permettano il comodo alloggiamento delle dita

Quando le terapie conservative non ottengono risultati apprezzabili o quando la patologia è già a uno stadio avanzato, è necessario ricorrere alla chirurgia, anche perché un alluce valgo non trattato può portare a conseguenze gravi e dolorose, come l’artrosi.

A cura dello staff Fisiopodos
Il materiale pubblicato ha lo scopo di avere un rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri sono soliti dispensare. Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti.

2 Comments
  1. Rispondi
    Laura

    Per cortesia quando parlate di specialista che consiglia ginnastica mirata e io direi personalizzata dovreste indicare “dal fisioterapista” proprio per sottolineare la vostra professionalità grazie Laura Donnini

    • Rispondi
      Fisiopodos

      Ha ragione, non l’avevamo specificato soltanto per evitare la ripetizione con la frase successiva che inizia proprio con “fisioterapia”, però per evitare di generare confusione lo abbiamo corretto. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo cookie anche di terze parti per migliorare navigazione e prestazioni. Continuare la navigazione senza accettare equivale a un rifiuto. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi